Consiglio Direttivo

Nella seduta del consiglio direttivo del 3 Novembre scorso abbiamo affrontato il tema della “Riforma del Terzo Settore”, entrato in vigore lo scorso Agosto, ha modificato lo scenario normativo di riferimento del Volontariato. In particolare, al fine di dare vita ad un percorso di cambiamento che porterà ad armonizzazione la nostra attuale organizzazione con quanto previsto dalla riforma, abbiamo proceduto con il recepimento del “Codice Etico - ANPAS” e affrontato il questionario di autovalutazione ad esso collegato.

“Dal rispetto della persona all’impegno per la lotta al terrorismo al contrasto alla violenza, dalla gestione nella gestione amministrativa al corretto uso dei beni e delle informazioni: il codice stabilisce anche le responsabilità dell’associazione nei confronti dei suoi appartenenti come l’impegno a sostenere percorsi innovativi condivisi, ad assicurare una condotta trasparente e favorire il ricambio generazionale degli organi dirigenti. Tra i diritti degli appartenenti da Anpas il diritto alla libertà di espressione e il diritto ad essere trattato, in ogni circostanza, in modo equo, indipendentemente da genere, razza, lingua, orientamento sessuale, convinzioni politiche, filosofiche o religiose. Per Anpas il concetto di “assistenza” significa: essere presenza, accompagnare, condividere una responsabilità, essere mediatori tra il supporto e la conquista dell’autonomia. L’azione etica è “un abito” che non si indossa solo con la divisa, ma fa parte del vivere quotidiano dei volontari.”

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.